Agriturismo Cesani San Gimignano - Siena Agriturismo Le Caggiole San Gimignano La Lastra Siena Visita delle cantine e degustazione vino con light-lunch Relais della Rovere hotel relais colle val d'elsa Siena Bed Breakfast La Fornace di Racciano  San Gimignano - Siena

Monti Pisani

Il Monte Pisano, ora comunemente chiamato "Monti Pisani" intesi come l'intera estensione del sistema montuoso, si trova in Toscana, e sembra messo a dividere una pianura e due città, Pisa e Lucca.


Monti PisaniIl Monte Pisano, ora comunemente chiamato "Monti Pisani" intesi come l'intera estensione del sistema montuoso, si trova in Toscana, e sembra messo a dividere una pianura e due città, Pisa e Lucca, esse sono toccate da due fiumi, il Serchio, e l'Arno.
I paesi che si trovano nei Monti possono essere raggiunti agevolmente grazie alla presente rete stradale, raffigurata a fianco. Oltre a queste esiste una rete di strade sterrate per l'antincendio, tratturi, e sentieri che rendono percorribili, con le dovute attenzioni, e preferibilmente a piedi, i Monti, gustandone appieno i panorami, che, anche se il gruppo è di modesta altezza, può offrire, inoltre i vari ambienti che li caratterizzano, a volte sorprendenti per il contrasto con altri.

I Monti Pisani occupano un territorio, fra Lucca e Pisa, di forma vagamente ovale allungata, estendendosi da S/E a N/O, per una lunghezza di 20 Km, con una larghezza di 10 Km, con una superficie di 15200 ha. circa. Nel gruppo distinguiamo per altezza : M. Faeta 831 m., Spuntone di S. Allago 870 m., M. Serra 917 m., M. Pruno 876 m., ed il M. Verruca 537 m., che si ergono a ventaglio, formando una vallata rivolta a sud, detta "Valgraziosa". Nel gruppo esistono anche vari tipi di habitat dati dalla diversa esposizione al sole durante la giornata, dalla parte Lucchese a N/E, troviamo un sottobosco ed un microclima più umido, invece dalla parte Pisana a S/O, influenzata anche dalla vicinanza del mare abbiamo un ambiente più assolato e secco. Nelle zone di bassa quota di tutta la catena montuosa si trovano diffusi i vigneti, poi si passa ai terrazzamenti di olivi, e nelle quote più alte si trovano estesi : castagneti, cedui di faggio e di quercia, alternati ad estese pinete. Nonostante negli ultimi decenni sia aumentato il numero dei violenti e devastanti incendi che piagano la natura, dei quali, ancora ne vediamo i segni, il gruppo conserva ancora immutato il suo grande valore ambientale. E' presente una piccola zona di pino Larico, della quale non è stata ancora capita l'origine. Forse sono dei piccoli frammenti di epoche lontane, in cui la specie era più diffusa.

Monti Pisani : VerruchinoALCUNI CENNI STORICI SULLE ORIGINI DEI MONTI
Gli storici e geologi ritengono che il gruppo dei Monti Pisani sia una delle formazioni montuose più antiche d'Italia. Gli indizi più remoti di ciò sono “gli Scisti di S. Lorenzo”, (di età permo-carbonifera, circa 280 milioni di anni) che si trovano sul monte Cotrozzi, formatisi durante l’era geologica detta Paleozoico o primario (tipologia di roccie affioranti anche nel nucleo delle Alpi Apuane). In particolare negli scisti di S. Lorenzo è stata rinvenuta una ricca flora fossile. Il tipo di vegetazione, la quantità e il livello del suo sviluppo fanno pensare ad un clima decisamente tropicale, caldo umido, che favorì lo sviluppo di rigogliose foreste con flore prevalentemente palustri (Licopodiali ed Equisetali) in ambienti deltizi e lagunari. Successivamente i monti divennero uno fra i pochi "atolli" nel periodo pliocenico, quando l'Italia centrale era coperta, per la maggior parte da acqua. La loro formazione sarebbe avvenuta, con una prima fase di sollevamento seguita da una seconda fase di sprofondamento, da cui si deduce il perché di alcune pendici ripide e strapiombanti sulla pianura. Parte dei monti, soprattutto la parte pedemontana sud-ovest, è costituita di roccie calcaree, fatto che ha permesso la formazione di cavità divenute in diversi casi grotte più o meno estese. Da notare che per la scienza geologica esiste una roccia, detta Verrucana che ha preso il nome proprio dal monte Verruca che si trova nei M. Pisani (in cima al quale sorge il rudere di un antico castello) e che lo caratterizza per la sua presenza. L’antropizzazione dei monti è iniziata in epoche assai remote difatti, grazie alle prime esplorazioni speleologiche negli anfranti e nelle grotte condotte dalla metà dell’ottocento circa, sono stati rinvenuti resti paleontologici e paletnologici risalenti al paleolitico superiore, da allora però la maggiore frequentazione, si è avuta soprattutto a sud, nella zona Calcesana, ancora prima degli etruschi, da apuani o liguri, dal momento che la valle era provvista di tutto quello che di meglio la natura potesse offrire: riparo, acqua, selvaggina, boschi. Più tardi, dopo gli etruschi vennero i romani, che come i precedenti utilizzarono la pietra calcarea dei Monti Pisani per farne calcina, e essendo nelle vicinanze dell'Arno e anche del mare a quell'epoca, per commerciarla nel mediterraneo, come sappiamo dai ritrovamenti delle navi Romane sotto la stazione treni di S. Rossore. Agli albori del culto cristiano, la zona venne individuata come luogo ideale per il ritiro e la preghiera. Questo diede il via alla costruzione di diverse chiese, oratori, pievi, permettendo lo sviluppo del paese principale: Calci.

Monti Pisani : Verruchino e VerrucaEscursioni sui MONTI PISANI
I Monti Pisani grazie ad una lontana colonizzazione dell'uomo ed a una limitata superficie sono cosparsi di sentieri, mulattiere, carrareccie, strade sterrate per il servizio antincendio, senza tenere conto di stradine private ormai in disuso e sentieri abbandonati. Grazie a questa rete di percorsi è possibile percorrerli in lungo e largo durante tutto l'anno, date le miti condizioni climatiche. Così da poter esplorare e conoscere l'ambiente, ed ammirare le bellezze naturali che essi possono offrire all'escursionista.
La vallata denominata "Valle Graziosa", che è rivolta al mare, ed è coperta alle spalle dal Monte Pisano, è cosparsa di percorsi che sia brevi o lunghi, si presentano sempre con splendidi panorami, inoltre le località attraversate, sono interessanti sia dal punto di vista naturalistico, sia ambientale, storico, artistico e socio - economico. La valle si snoda prevalentemente lungo due torrenti, la Zambra di Calci e la Zambra di Montemagno, che, grazie all'energia idrica che possiedono, azionavano le ruote di oltre cento molini, frantoi e altri opifici nel passato, anche se si possono vedere dei segni anche oggi. Generalmente il punto di partenza per i vari itinerari è la Piazza Comunale di Calci. Il turista che percorre i sentieri dei Ns. monti, troverà dei segni colorati sul terreno, che sono stati realizzati dalle Sezione di Pisa del Club Alpino Italiano in collaborazione con l’Amministrazione provinciale di Pisa e i sei Comuni interessati.
Monti Pisani : Lucca e la Piana di LuccaLa segnaletica consiste di segni bianco rossi sul terreno, alcuni dei quali con propria numerazione, secondo le norme adottate dal CAI in accordo con la Regione Toscana. Sono inoltre presenti, lungo i percorsi e nei centri abitati da dove questi si diramano, cartelli orientativi e informativi. La rete della segnaletica si appoggia ad un percorso assiale o -0-0-, che è gestito dal CAI di Pisa, mentre gli altri percorsi sono gestiti dai singoli Comuni; quest’ultimi sono contraddistinti da una o due cifre precedute dallo zero, per differenziarli da quelli che il CAI gestisce direttamente in altri gruppi montuosi.
I percorsi sui Monti Pisani si dividono in chiusi o "anelli", dallo –01- allo –08-, e aperti o di raccordo, dallo –010- allo –045-.
La manutenzione e la segnalazione di questi percorsi sono garantite nel tempo dagli Enti sotto menzionati, mentre per quanto riguarda tutti gli altri sentieri non è invece possibile garantirne lo stato di percorribilità.
Ad esempio molte storiche mulattiere, un tempo frequentatissime, sono oggi introvabili, sentieri stretti e anche alcune carrarecce se non frequentati e ripuliti nel giro di poco tempo si infrascano completamente con rovi o ginestre, nelle strade sterrate possono trovarsi profondi solchi prodotti dalle acque piovane.

Share:

Sistemazioni in zona

Mostra sistemazoni su google map


Poggio all'Agnello resort mare Toscana Tombolo Talasso Resort Centro Benessere e Talassoterapia in Toscana Tombolo Talasso Resort mare Toscana Poggio all'Agnello